L’Italia è un giardino

litaliaeungiardino_fratus_laterzaL’ITALIA E’ UN GIARDINO
Passeggiate tra natura selvaggia e geometrie neoclassiche
Editore: Laterza, Roma/Bari

240 pp – Illustrazioni in b/n
ISBN – 9788858124857 | € 18.oo
Disponibile anche in ebook

Terzo e conclusivo tempo della °Trilogia delle bocche monumentali° cucita da Tiziano Fratus per gli Editori Laterza.

pdf75>>> indice del volume
>>> scheda del libro

PRESENTAZIONE

«Non ho parole per descrivere la bellezza del mondo. Il mio respiro si confonde con quello delle piante. Il mio ascolto si mischia al canto degli uccelli. Il mio occhio vaga come un vascello nel mare delle nebbie, fra un braccio di montagna e la cima piramidale del Monviso. I colori del mio sangue sono gli stessi che ondeggiano dove non riesco a scorgere la vita che cammina e lotta per conquistarsi la pace della notte. Non esiste nulla di più naturale di un uomo che ammira il paesaggio, al tramonto».

Viaggio fra i più stupefacenti giardini della Penisola. Un invito irresistibile a scoprire i tanti piccoli paradisi che abbiamo a disposizione a pochi chilometri da casa.

L’Italia è un giardino è un libro che racchiude i luoghi pensati e costruiti per il piacere dell’occhio di chi osserva: dai giardini di Valsanzibio, Tivoli e Firenze a quelli pubblici di Palermo, Genova e Milano, dalle grandi Regge di Monza, Venaria e Caserta ai boschi-giardino di Ninfa, Merano, Ischia e Bomarzo. Eden che a volte imitano, come in un gioco di specchi, la natura selvaggia, quel mondo che un tempo esisteva soltanto oltre le mura. Una finta natura addomesticata, un paesaggio immaginato e poetico, costellato di citazioni esplicite tratte dalla cultura antica, neoclassica, barocca o moderna. Occasioni preziose per ristabilire un’armonia urgente e necessaria col mondo.

Luoghi: parco della Reggia di Monza, parco e giardino inglese della reggia di Caserta, i giardini di Boboli, giardini e parchi di reggia di Venaria e Castello di Agliè, grandi alberi nel cuore di Milano, Giardino Inglese a Palermo, parco di Villa Trabia, giardini di Villa Malfitano-Whitaker, parco di Villa Demidoff, giardini del Castello di Trauttmansdorff, giardino monumentale di Valsanzibio, giardini di Villa d’Este a Tivoli, i giardini La Mortella a Isola d’Ischia, Sacro Bosco di Boboli, l’Oasi di Ninfa, parco di Villa Faraggiana a Meina, parco di Villa Badoglio e Villa Ottelio, parco di Fraforeano, giardini di Villa Carlotta, Bosco della Ragnaia in Val d’Orcia, Arte Sella, faggeta del Monte Cimino, Parco di Pinocchio a Collodi, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, arboreti sperimentali di Vallombrosa, giardino botanico di Fonte Avellana, parchi pubblici di Genova Nervi, parco di villa Durazzo-Pallavicini.

 

litaliaeungiardino_fratus_laterza_intera

MATERIALI

>>> Scheda libro – Catalogo degli Editori Laterza

>>> Speciale Editori Laterza – Ninfa e il tempo materiale

>>> Acquista L’Italia è un giardino sul portale Ibs.it

>>> Acquista L’Italia è un giardino su Amazon.it

>>> Acquista L’Italia è un giardino alla Libreria della Natura

>>> Recensione de L’Italia è un giardino apparsa sul quotidiano °La Stampa°

>>> Ammirare l’autunno nei parchi lombardi – Tiziano Fratus per °La Provincia di Como°

>>> L’umanità mette radici – Intervista per lo speciale di Orticolario 2016

>>> La voce del bosco – Presentazione al Parco delle Alpi Marittime

>>> Tiziano Fratus fra gli ospiti della prossima edizione di Orticolario

>>> La Wilderness e l’Eden: incontro con Brevini e Fratus | Torino Spiritualità 2016

>>> A passeggio con Tiziano Fratus, recensione a L’Italia è un giardino | °Critica letteraria°

>>> Viaggiare tra città, paesi e giardini d’Italia di Antonio Calabrò | °Il Giorno°

>>> Pagina dedicata a L’Italia è un giardino sul quotidiano °Il Tirreno° a cura di Paola Taddeucci

>>> L’Italia è un giardino e Tiziano Fratus ospiti a Pralibri 2016

>>> L’Italia è un giardino – Presentazione al parco storico Valsanzibio

>>> L’Italia è un giardino – Presentazione al Castello di Miradolo

…..

NEWS

dove_mensile_logoStato di Natura, Dossier Wilderness, Dove – febbraio 2017
Articolo di Manuale Mimosa Ravasio dedicato agli autori che riscoprono un contatto profondo con la natura e con la wilderness: Andrea Bianchi (Il silenzio dei passi, Ediciclo), Franco Brevini (L’invenzione della natura selvaggia, Bollati Boringhieri), Valentina Scaglia (Wilderness in Italia, Hoepli), Tiziano Fratus (L’Italia è un giardino, Laterza e Il sole che nessuno vede, Ediciclo). Buona lettura e buone dendrosofie!
centolibraipercentolibri_lafeltrinelli_2016_manifesto
100 librai x 100 libri – Consigli per l’estate da La Feltrinelli
E’ una gioia essere fra le proposte del circuito Feltrinelli, 115 librerie sparse per l’intera Italia, col fiammante L’Italia è un giardino (Laterza), a fianco di Rumiz / Carnovalini (Feltrinelli), Thor Hanson (Il Saggiatore) e Francesco Recami (Sellerio) e di tante altre splendide novità editoriali
..
bookcityPresentazione e passeggiata d’autore a Bookcity 2016
Celebriamo la Giornata Nazionale dell’Albero a Milano, domenica 20 ottobre: alle 10 presentazione de L’Italia è un giardino alla Libreria della natura, alle ore 11, La ricreazione del bosco / Passeggiata d’autore nei Giardini Montanelli
…..
GardeniaL’Italia è un giardino consigliato dal mensile °Gardenia°
Nel numero del mese di ottobre di °Gardenia° Pia Meda segnala il libro di Tiziano Fratus: «Un invito a scoprirne la diversità e la sorprendente bellezza»
……
13754329_1371637139519791_3698010649855195658_nIntervista a Miracolo Italiano  – Rai Radio 2
Fabio Canino e La Laura dialogano con Tiziano Fratus a proposito dell’ultimo libro, L’Italia è un giardino (Laterza) [parte III del giorno 17 luglio 2016]
…..
laterzaIn ristampa!
Settembre 2016. Anche L’Italia è un giardino va in ristampa. Grazie ai lettori, ai librai, alle manifestazioni che lo hanno accolto e divulgato. E grazie a Laterza che ci crede.
……
radio24Un libro tira l’altro, Radio 24 – L’Italia è un giardino (Laterza)Recensione di Salvatore Carrubba. Dal minuto 16, e 20 secondi. Buon ascolto!
……
……
square_fratus_giardinifilosofici_caserta_1square_fratus_giardinifilosofici_artesella_2square_fratus_giardinifilosofici_ninfa_6square_fratus_giardinifilosofici_bomarzo_1_redux
I GIARDINI FILOSOFICI – REPORTAGE FOTOGRAFICI
>>> Caserta, Parco della Reggia, Giardino inglese
…..

fratuslaterza_litaliaeungiardino_redux

NE HANNO SCRITTO E DETTO

«“Non ho parole per descrivere la bellezza del mondo”, scrive Tiziano Fratus nell’introduzione. Eppure di parole per narrare il fascino dei giardini italiani ne ha trovate molte, tante da condurre il lettore in un lungo, avvincente viaggio su e giù per la Penisola tra i paesaggi naturali progettati dall’uomo per ritrovare un frammento di paradiso terrestre. Infaticabile “cercatore d’alberi”, scrittore, poeta e naturalista, Fratus ha all’attivo una bibliografia cospicua dedicata all’orizzonte privilegiato della sua indagine: la ricerca del senso e della bellezza dell’esistenza in un ramo, nella frattura di una corteccia, nel poderoso svettare di un albero ultracentenario. In questo nuovo libro ci invita a scoprire il mutevole equilibrio di natura e artificio in una ventina di parchi e giardini»
Carlo Migliavacca – Bell’Italia

«Sono templi, architetture di alberi, siepi di bosso, ortensie centenarie, palme che hanno visto Goethe e prati come velluto […] Tiziano Fratus, che ha sempre amato gli alberi secolari e ne ha raccontato la vita e la storia, adesso si è dedicato ai giardini italiani. Ha compiuto un viaggio tra quei viali, un viaggio storico, botanico e poetico»

Antonella Mariotti – La Stampa

«Il problema è che i patrimoni culturali e ambientali vanno curati, preservati, sottoposti ad accurata manutenzione ma anche valorizzati, pena il degrado. E più di degrado che di buona cura è densa la nostra storia. Fenomeno complesso, come documenta Tiziano Fratus, naturalista sapiente e scrittore elegante, nelle pagine de “L’Italia è un giardino”, ovvero “passeggiate tra natura selvaggia e geometrie neoclassiche”, Laterza»

Antonio Calabrò – Il Giorno

«Non c’è che da fidarsi, di uno scrittore come Tiziano Fratus, creatore di concetti come “Homo Radix” e “alberografia”[…] I suoi consigli circa quali, tra i molti parchi e giardini italiani, andare a visitare trovano presa salda e profonda in un peculiarissimo terreno esperienziale ed emotivo, al punto che anche il lettore meno sensibile alle suggestioni della “verzura” – selvaggia o addomesticata che sia – finirà col desiderare come propri i passi e gli incontri dell’autore con statue, architetture, animali e (perché no?) altri esseri umani in veste di “pellegrini” d’occasione […] Tiziano Fratus ci invoglia con le sua prose suggestive e ci è d’aiuto mentre compila delle mini-carte d’identità delle destinazioni proposte, nelle quali, oltre ai dati anagrafici (luogo, comune, provincia, regione, modalità di accesso, costi ed eventuali siti internet) ci consiglia anche la colonna sonora ideale, con la disinvoltura con cui un sommelier abbina il vino alle pietanze lasciando poi che siano i commensali a sperimentare sensorialmente il connubio»

Cecilia Mariani – Critica letteraria

«Tutti al parco col cercatore d’alberi Tiziano Fratus […] Metti un autore come Tiziano Fratus, il parco cintato più grande d’Europa, una scuola agraria all’avanguardia e un gruppo di lettura come Virginia e il lupo. E il gioco è fatto»

Monica Guzzi – Il Giorno

«Si tratta di una sorta di wilderness di ritorno, di una natura che, perse le tracce dell’uomo, si riprende lo spazio perduto. Può succedere ovunque, anche in quei luoghi dove la natura è stata addomesticata, piegata alle geometrie e alle simmetrie che tanto rassicurano lo sguardo dell’essere umano. “La natura torna ad avere la testa alta e ricomincia a camminare se l’uomo la lascia andare. Si riprende arboreti, viali alberati, laghetti. Come nel giardino di Villa d’Este a Tivoli, dove alcune maschere di satiri sono state ricoperte da pianta acquatiche”, dice Tiziano Fratus […] Bisogna, certo, avere il desiderio, e la capacità, di riconoscerlo, quel tipo di natura. Che trovarsi di fronte allo spettacolo dell’immenso non è di per sé una garanzia. Inutile cercare l’impresa. Anche in luoghi dove la wilderness è solo un lontano ricordo, come le città o i giardini botanici, si può cercare un contatto»

Manuela Mimosa Ravasio – Dove

«Alcuni degli ospiti che saranno a Orticolario 2016 per condurre i visitatori alla scoperta del sesto senso: Stefano Mancuso, fondatore della neurobiologia vegetale e direttore del LINV […], Marco Martella, fondatore di Jardins (éditions du Sandre) e scrittore per Ponte alle Grazie […], Tiziano Fratus, poeta e scrittore per Feltrinelli, Mondadori e Laterza che presenta il suo nuovo libro L’Italia è un giardino, terza parte di “Trilogia delle Bocche Monumentali” per Laterza, Francesco Ferrini, Professore Ordinario di Arboricoltura e Presidente della Scuola di Agraria all’Università di Firenze, che, insieme a Francesco Mati, imprenditore appartenente ad una famiglia che opera dal 1909 nel settore “piante e giardini”»

Presentazione di Orticolario 2016

«Scrittore, poeta, fotografo, uno dei massimi esperti italiani di alberi monumentali, apprezzato autore di una rubrica dedicata agli alberi su “La Stampa” di Torino»

Mimma Pallavicini – Florete Flores

«Un invito a scoprirne la diversità e la sorprendente bellezza»

Pia Meda – Gardenia

«La Fondazione Merz di Torino è un incantevole spazio ristrutturato in borgo San Paolo e fino al 15 settembre ci aspetta per ripercorre il parallelo tra matematica e regno vegetale attraverso le opere d’arte. I lavori di Merz si possono ammirare dal vero stimolando riflessioni già dal titolo della mostra: La natura è equilibrio. Osservata la teoria, non resta che buttarsi nella pratica. Così, non bastasse la mostra, buttatevi nelle oasi verdi e nei giardini di cui è ricca la nostra penisola. Visto che si avvicina la pausa agostana, raccomando di scoprirli all’ombra delle chiome, magari sfogliando l’ultima fatica di Tiziano Fratus. Nel suo L’Italia è un giardino ci si perde tra le fronde per ritrovarsi in quell’equilibrio che Gaia si concede e ci concede. Fino a quando non sta a noi dirlo, perché il suo equilibrio (di Gaia) non è detto che coincida col nostro. Ma il libro di Fratus – lui è tremendamente bravo a scrivere di natura senza far sbadigliare – è anche un viaggio alla scoperta di quanto sia capace Gaia a ristabilire gli equilibri»

Stefano Paolo Giussani – Huffington Post

«Amanda Lear e Tiziano Fratus sono gli ospiti del weekend di “Miracolo Italiano”, il programma di Rai Radio2 condotto da Fabio Canino e Lalaura in onda sabato 16 e domenica 17 luglio alle 9.00 […] Domenica 17 è la volta di Tiziano Fratus, poeta e scrittore, che ha sempre amato gli alberi secolari e ne ha raccontato la vita e la storia. Fratus parla del suo nuovo libro, intitolato “L’Italia è un giardino”, che racchiude alcuni tra i più stupefacenti giardini della Penisola e propone un viaggio tra storia e bellezza»

Miracolo Italiano – Rai Radio 2

«Ad un altro viaggio speciale in Italia ci invita Tiziano Fratus, grande studioso e appassionato degli alberi ma penso che egli se ne senta addirittura fratello. Un viaggio particolare quello contenuto nel libro L’Italia è un giardino»

Un libro tira l’altro (Radio 24) – Salvatore Carrubba

«Non ho parole per descrivere la bellezza del mondo afferma nell’introduzione del suo nuovo libro Tiziano Fratus, poeta, scrittore, ma soprattutto cercatore di alberi, viaggiatore nei misteri e negli incanti della natura. Più che manifestazione di modestia credo si tratti di consapevolezza delle possibilità comunque limitate della lingua che abbiamo a disposizione, di fronte agli spettacoli della natura e di certi lavori. Ma in ogni caso le parole le usa e le usa bene in L’Italia è un giardino (Laterza), serie di passeggiate in alcuni dei più straordinari luoghi di bellezza della nostra penisola»

Paolo Ciampi – I libri sono viaggi

«Li ha visti d’inverno, quando sono spogli e se ne può cogliere meglio l’essenza. A ciascuno, poi, ha abbinato una musica, da ascoltare durante la visita, meglio se in perfetta solitudine come ha fatto lui. Ecco i giardini italiani di Tiziano Fratus, il poeta, filosofo, scrittore cercatore di alberi. Bergamasco di nascita e piemontese d’adozione, Fratus attraversa i paesaggi di tutto il mondo per scoprire piante monumentali e poi scriverne. Non con il taglio del botanico né del turista, ma mescolando filosofia, scienza, poesia e letteratura […] Dei giardini Fratus non racconta visioni spettacolari, bensì dettagli: il volto ricoperto quasi per intero dalla vegetazione nella grotta di un Bacco, i corpi fragili delle statue all’interno di scenari illuminati d’improvviso, la testa di un uomo che diventa cervo, alberi maestosi che si alternano a sculture giganti […] Grandi o piccoli, noti o più nascosti, selvaggi o addomesticati, i parchi attraversati da Fratus sono prima di tutto luoghi filosofici, un’esperienza di meditazione»

Paola Taddeucci – Il Tirreno

«Un viaggio irresistibile ci porta ad ammirare alcuni dei più stupefacenti giardini della Penisola»
Mondadori Store Magazine

«Presentazione in anteprima nazionale per i visitatori del Giardino di Valsanzibio di L’Italia è un giardino, il nuovo libro di Tiziano Fratus, colui che ha coniato il concetto di Homo Radix […] Seguirà una visita guidata alla scoperta degli alberi secolari con l’autore e il direttore del Giardino Monumentale»

Padova Eventi – Il Gazzettino

«Davvero bello sapere che Tiziano Fratus è tra i consigli di lettura di Feltrinelli. È anche vero che da Virginia e Co. ce n’eravamo accorte da un po’, tant’è che anche altri suoi libri sono stati consigliati e venduti da tempo! Non contente, per stasera abbiamo in programma un super serata con lui a Monza, partendo dalla Villa Reale e dai suoi splendidi alberi che Tiziano ci racconterà ‘dal vivo’ e finendo con un’ottima cena alla Scuola di Agraria»

Raffaella Musicò – Libreria Virginia e Co.

«Dicono di lui che “conosce gli alberi”. Ed a dire il vero, Tiziano Fratus, classe 1975, gli alberi non solo li cerca sia per i boschi e le foreste, ma quando li trova e li conosce (non li ri-conosce, li conosce proprio) ecco che li studia, li ascolta e poi, li racconta. E’ grazie infatti al suo lavoro che si è coniato il termine di “homo radix” e forse anche a quel suo essere poeta, ha pubblicato diversi libri in lingua sia italiana e all’estero, ha fatto assaporare ai lettori quello spirito di “visione e di volo” che lo porta ad immergersi ed ad affondare le radici della vita, proprio come solo chi fa esperienza del “camminare con spirito di pace” può fare»

Cristina T. Chiochia – Dailymood

Annunci