Libri in bottega

TITOLI IN BOTTEGA

.

MANUALE DEL PERFETTO CERCATORE D’ALBERI
Editore: Feltrinelli | Collana: Universale Economica Feltrinelli
Nelle librerie da mercoledì 30 agosto 2017

La prima edizione del Manuale del perfetto cercatore d’alberi è uscita nelle librerie, nel 2013, per Kowalski, una seconda è stata rilanciata nelle edicole grazie al quotidiano La Stampa, una terza è uscita in digitale per Zoom Wide di Feltrinelli, nel corso del 2015; ora una nuova edizione, ampliata e arricchita, uscirà nell’Economica Universale di Feltrinelli.

«Un libro per allevare il cercatore di alberi che si annida in tutti noi» Carlo Grande – La Stampa

«Dimenticate il Colosseo e andate al “chilometro botanico” con la guida di Tiziano Fratus. S può guardare Roma ignorando i monumenti e cercando i suoi alberi» Alessandro Agostinelli – L’Espresso

«Ce n’è per tutti i gusti, sino all’Araucaria dei parchi di Nervi tra i “Dodici monumenti della natura da non perdere in Italia”. Proprio come il libro, da non perdere» La Repubblica

.

Copertina indicativa

I GIGANTI SILENZIOSI
Gli alberi monumento delle città italiane
Editore: Bompiani
Collana: Overlook
Volume corredato di foto a colori
Nelle librerie i primi giorni di settembre 2017

Nove città italiane e i grandi alberi protagonisti: Torino, Genova e Milano, Firenze, Bologna e Roma, Napoli, Palermo e Cagliari. Dai platani di Villa Litta e Giardini Montanelli all’araucaria di Genova Nervi, dal platano di Piazza Malpighi a Bologna, dai tesori verdi dell’Orto botanico di Firenze a quelli di Roma, dall’eucalitto di Villa Comunale a Napoli all’eremita del Monte Grifone a Palermo, dai ficus di Cagliari a quelli di Palermo, dai cipressi di Genova alle sequoie di Bologna, Torino e Villa Serra, e così via. A seguire periplo fra i grandi alberi di altre quaranta città del paese.

. 

C’ERA UNA VOLTA IL GRANDE ALBERO
Fra grandi alberi e boschi vetusti da salvaguardare
Editore: Einaudi
Collana: Passaggi

Viviamo un tempo nel quale la tutela naturale sembra assodata e incontrovertibile, consegnata una volta per tutte. E invece non è affatto così: i pericoli per le nostre riserve, i boschi, le poche foreste alpine e appenniniche residue, i grandi alberi monumentali, si rinnovano con allarmante puntualità. I recenti contrasti, in giro per il mondo, fra interessi economici e tutela del paesaggio – evidenti in Amazzonia, nel Borneo quanto negli Stati Uniti, dove è attualità lo scontro fra polizia e Sioux a causa del progetto di costruire un oleodotto – ne sono una drammatica testimonianza. L’ambiente, in un pianeta popolato da sette miliardi e mezzo di persone, è costantemente a rischio. C’è chi lo abbatte, chi lo danneggia e chi lo avvelena. ma prima delle azioni serve la conoscenza: sapere cosa esiste, cosa c’è da difendere, quali meraviglie sono presenti che noi diamo per scontate. C’era una volta il grande albero è un viaggio alla loro scoperta, un dialogo con le cortecce e gli uomini che hanno deciso di impegnarsi per preservare e tramandare la “natura” alle future generazioni.

.

mark-twain-log-kings-canyon-sequoia-national-park_51560_600x450GIONA DELLE SEQUOIE
Viaggio dendrofilosofico

Editore: Bompiani

Natura, storia e fragilità dell’uomo. Ci sono viaggi che ti consentono di arricchire conoscenza ed esperienza. Ci sono viaggi che toccano corde intime, celate, che ti portano là dove le tue radici risuonavano ben prima di arrivare. Tiziano Fratus ha scoperto un luogo filosofico, dove rinascere, una terra dello spirito, in California. Nel cuore di un Eden delle Conifere è tornato ad abitare una dimensione da età del ferro. E’ qui, all’ombra delle prime sequoie millenarie che ha incontrato, che Fratus ha generato il concetto di Homo Radix e la visione della Dendrosofia, cardini di un mutamento “radicale” della propria esistenza. Alcuni anni dopo vi ha fatto ritorno: ha respirato il vento che l’oceano riversa fra i giganti rossi che popolano luoghi mitici quali Big Sur, Humboldt County, Jedediah Smith; ha deviato verso i luoghi sacri in Sierra Nevada, da Calaveras a Yosemite, da Mariposa alla Giant Forest, dal General Grant Grove a Montain Home. In questi punti del mondo naturale si sono spalancate le pagine di una storia leggendaria, composta da imprese di uomini che là si sono avviati per tentare di imbastire una vita dignitosa, superando immani fatiche, timori, scoperte, sfruttamento delle risorse e tutela dei più incredibili scrigni creati da Madre Natura. Ma è anche quiche sogni e paure si sono rimescolati furiosamente, i sogni che ogni autore e uomo si porta appresso, e le paure che trovano spazio e si amplificano, fino al punto di divorare l’esperienza. Giona delle sequoie è un’opera di scoperta, è resoconto di un viaggio stratificato, nel quale l’ammirazione per le creature più grandi del pianeta si mischia alle note del cercatore d’alberi, alla poesia, ad uno studio delle forme naturali, alla fantasia, allo scontro con la malvagità degli umani e con la loro meravigliosa capacità di adattamento, è un tentativo di catturare su carte i segni della voragine che l’uomo, nel suo abitare tempo e spazio, sfiora e osserva dalla cima del dirupo. Un viaggio filosofico, una “visione” fra natura e storia, fra immaginazione e trauma.

4 Replies to “Libri in bottega”

Lascia un commento e avrai una foglia in regalo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...