Homo Radix ~ Il videodocumentario diretto da Manuele Cecconello [2012]

homoradix_documentario_web

HOMO RADIX
Appunti per un documentario
Regia di Manuele Cecconello
Testi di Tiziano Fratus
Musiche di Angelo Gilardino
Chitarra di Cristiano Porqueddu
Durata: 14 minuti e 23 secondi
Una produzione Prospettiva Nevskij © 2012
http://www.prospettivanevskij.com

«RECLAMO CHE IL MIO PESO SIA VALUTATO IN RADICI»

Nel mese di febbraio 2012 il documentarista Manuele Cecconello, già premiato autore di Sentire l’aria e Olga e il tempo, ha realizzato un filmato che vede protagonista Tiziano Fratus. Si tratta del primo documento di una serie che porterà ad un lavoro più ampio. Pochi giorni dopo le abbondanti nevicate che hanno trasportato il Nord Ovest e l’Italia intera in Siberia, si è andati in visita al Parco Burcina e ci si è radicati fra i tronchi e le chiome delle cinque sequoie più antiche d’Italia, messe a dimora nel 1848 per celebrare la promulgazione dello Statuto Albertino. Ne è venuto fuori un lavoro che cerca di illustrare il percorso che Fratus porta avanti, nella sua semplicità e poetica. Alcuni testi sono tratti da Homo Radix. Appunti per un cercatore di alberi; le riflessioni sono state incise negli spazi della Fondazione Pace Futuro a Villa Piazzo, Pettinengo, che si ringrazia.

«Cercare o ricercare alberi significa spo­starsi. Significa camminare, viaggiare, salire, discendere, scavalcare. Significa prendere e spostare il proprio corpo e la propria anima. Quantomeno una parte della propria anima».

.

«Sono un uomo radice. Sono un uomo che si è mosso per cresce­re e dimenticare le prime radici. Sono un uomo che si è sradicato e che ha vagato fino al punto di trovare nuove radici. Sono un uomo che si è fermato per ripartire. Un uomo che ha messo giù nuove radici. Sono un uomo che si è svegliato albero con fronde che si alberano al respiro dei venti, che raccoglie storie trasportate e veicolate da altre creature. Sono un uomo radice che trova gioia e pace nella sua nuova terra. Sono un uomo che ha trovato radici viaggiando nel mondo, un uomo che cerca sempre radici. Sono un uomo radice che circola e tenta di stabilire con­nessioni, e conoscenza, con gli elementi naturali, col paesaggio, con lʼambiente. Sono un uomo che si fa sempre più albe­ro in un paesaggio di alberi che si fanno sempre più uomini. Sono un uomo radice che tollera a fatica lʼinquinamento urbano, la sua confusio­ne, la corsa degli uomini, lʼinquinamento psicologico che riduce ogni forma di conoscenza alla pura utilità, o peggio allʼeccellenza, alla costituzione di una nuova aristocrazia. Sono un uomo che ha imparato ad ascoltare gli alberi e non se ne vergogna affatto. Dʼaltro canto ogni poeta è destinato a farsi albero. Sono un uomo radice e questi appunti sono le mie ghiande, i miei racemi, i miei galbuli, le mie venature».

Anteprima:
Torino, Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino – 21 marzo 2012

Il video è disponibile su YouTube:
>>> http://www.youtube.com/watch?v=qVs5Yd_b1Kk

Annunci

4 Replies to “Homo Radix ~ Il videodocumentario diretto da Manuele Cecconello [2012]”

Lascia un commento e avrai una foglia in regalo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...