Arborgrammaticus

.

OPERA A TRE ANIME: POESIA, VIAGGIO, MEDITAZIONE

.

Atto pacificamente conclusivo del lungo laborio di Tiziano Fratus dedicato alla scrittura e alla natura, Arborgrammaticus è un’opera che abbraccia una ventennale dedizione alla poesia e alla meditazione in foresta, al viaggio e alle culture letteraria e meditativa con radici in Giappone.

Anzitutto il neologismo: Arborgrammaticus – s. m. (pl. invariato, dal lat.). Arborgrammaticus è il grande albero che regola la vita e il tempo, è il re della foresta, è Dio per gli uomini, memoria e testimone ultimo della storia di quel pezzo di mondo. Ci sono cercatori di alberi e uomini radice che li studiano, li ammirano, tentano di catturarne il canto.

L’opera che ne prenderà il titolo sarà composta di alcuni atti distinti ma ricchi di rimandi interni:

Il lavoro sarà accompagnato da una postfazione a cura della filosofa Susanna Mati, docente di estetica e autrice, fra gli altri di La pianta mitologica, Filosofia della sensibilità, Friedrich Nietzsche. Tentativo di labirinto.

Parallelamente è in fase di definizione una scelta di poesie inedite ed edite che riassume un quarto di secolo di bottega poetica. Titolo: Nuova poesia creaturale [liriche 2000-2018].

.

Annunci
Create a website or blog at WordPress.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: