Resti di stegosauro sul San Giorgio

taishan_fratus_www3
UNA POESIA IN TRADUZIONE TEDESCA PER LA PROSSIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL LITERATUR & WEIN A KREMS (AUSTRIA)
°Resti di stegosauro sul San Giorgio°
 
la cima non vuole spuntare, sebbene il cielo
sfrangi di celeste: ascolta l’affanno dare ritmo
alla foresta di conifere, che si fa raggiungere
dalla sinfonia che monta dalla pianura, ai piedi
delle prealpi: alle spalle, le placche di uno
stegosauro, in pietra, espulse migliaia di anni
fa dal fermento della terra: ricoperte di muschi
e minimamente ritoccate dal pensiero della
pioggia, ignorano la storia moderna, ignorano
la storia antica: c’erano prima dell’uomo e
probabilmente anche dopo: inarca le
sopracciglia e scuote la testa: sorpreso guarda
intorno, nessuno l’ha notato: conosce un nuovo
significato dell’azione appendersi ad un bastone
 
[Poesia pubblicata diversi anni fa in Il lupo di Trana e altre poesie naturali, ed. Torino Poesia, tradotta in inglese per Creaturing. Selected Poems, edito a Detroit da Marick Press, rimodulata e pubblicata in Un quaderno di radici, Feltrinelli; ora in traduzione in lingua tedesca per la LiteraturHaus di Krems / Festival Literatur & Wein]
Annunci

Lascia un commento e avrai una foglia in regalo

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...